F N D I English Ingresso Area riservata
F N D I
 
F N D I Home L'associazione Gli Associati Diventa Socio I Servizi La Formazione Contatti
F N D I
F N D IAree Pubbliche
F N D I
F N D IEventi
F N D IFormazione
F N D IConsulenze
F N D IInformation Technology
F N D IConvenzioni Confindustria
F N D ILogistica
F N D IRisorse Umane - Venditori
F N D IQualità
F N D ITurismo - Convenzioni
F N D I
F N D IAree Private
F N D I
F N D IConsulenza Amministrativa
F N D IConsulenza Lavoro
F N D IConsulenza Basilea 2
F N D IInformation Technology
F N D ISanità
F N D IDocumenti
F N D I
Confindustria
F N D I
F N D ILegenda
F N D I
F N D IAREA PUBBLICA
F N D I
F N D IAREA RISERVATA
F N D I
F N D I
I Servizi
In Rilievo
SCENARI INDUSTRIALI

Effetti della crisi, materie prime e rilancio manifatturiero. Le strategie di sviluppo delle imprese italiane.

La crisi ha lasciato segni indelebili nell’industria. Ha accelerato lo spostamento del baricentro della produzione verso i Paesi emergenti e rimesso il manifatturiero, come motore dello sviluppo, al centro dell’attenzione nei Paesi avanzati, con particolare enfasi sulle nuove tecnologie, la sostenibilità ambientale,il risparmio energetico, l’innalzamento del valore fondato sulla conoscenza.
Il ripensamento e la riallocazione delle risorse sono resi urgenti dalla constatazione che in alcuni settori restano profonde e probabilmente incolmabili le perdite di attività scavate dalla recessione.
Duratura è la tendenza all’innalzamento del costo delle materie prime, che di recente è stato accentuato da fenomeni di temporanea scarsità e tensioni geopolitiche: occorrerà innovare processi e prodotti per recuperare margini, perché il travaso sui prezzi finali è compresso dall’accesa concorrenza.
Molte imprese italiane hanno adottato strategie che puntano sul sapere e sulla maggiore dimensione e si sono rivelate vincenti.

Per scaricare la pubblicazione, cliccare qui (pdf 1,8 Mb)

F N D I
Privacy F N D I Credits Tutti i contenuti di questo sito sono © Copyright di FndiF N D I
F N D I